BLOG

Come cucinare il branzino ai ferri

come cucinare il branzino ai ferri

Il branzino ai ferri è un secondo piatto semplice che porta in tavola tutto il gusto del mare e della stagione estiva. Si tratta di un pesce dal sapore delicato, dalle carni sode e saporite, molto versatile in cucina. Grazie alla marinatura e alla cottura alla griglia gusterete un piatto a base di pesce delizioso e di sicuro effetto, dal caratteristico sapore affumicato.

Potete accompagnare il branzino con un’insalata fresca di radicchio rosso o delle verdure di stagione. Vediamo come cucinare il branzino ai ferri, ma prima della ricetta vi diamo qualche suggerimento.

Come fare il branzino alla griglia: consigli

Il branzino grigliato è uno dei modi più succulenti di prepararlo, adatto sia per un pranzo che per una classica grigliata estiva in compagnia. Potete utilizzare una bistecchiera, una griglia elettrica o un barbecue per cuocerlo alla brace. Qualunque strumento scegliate, la cottura non richiede particolari attenzioni. Otterrete un buon piatto di pesce leggero, genuino e pronto in poco tempo!

L’ideale sarebbe cucinare dei branzini freschi e di qualità come quelli offerti dall’azienda ittica Aqua.

Quella del branzino è una carne molto povera di grassi, ma ricca di omega 3 e proteine, molto adatta per i bambini o per chi segue una dieta sana.

Prima di cucinare il branzino, dovrete pulirlo eliminando le squame e le interiora, qualora non lo avesse già fatto il pescivendolo al posto vostro. Si consiglia di cucinarlo in giornata, altrimenti leggete quando dura il branzino in frigo.

Dovrete poi preparare una emulsione composta da olio, aglio, limone ed erbe aromatiche per condire internamente la carne (nella pancia) e anche esternamente quando sarà sulla griglia. Una marinata che regalerà un sapore e un profumo eccezionale. I tempi di cottura variano a seconda delle dimensioni del branzino. In genere ci vogliono circa 18 minuti e si considera un branzino a persona.

In alternativa al branzino ai ferri potete provare il branzino al forno.

Ricetta branzino ai ferri

Ecco come cucinare il branzino ai ferri.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 Branzini Aqua
  • 1 Limone
  • 30 ml di Olio di oliva
  • 1 Spicchio d’aglio
  • Erbe aromatiche (rosmarino, origano, timo)
  • b. Sale fino

Preparazione

Per prima cosa, come detto sopra, occorre pulire il pesce: con un coltello eliminate le squame e le interiora, facendo un taglio lungo la pancia del pesce. Sciacquate sotto acqua corrente.

Preparate la marinatura: spremete un limone ed emulsionate il succo all’olio di oliva. Aggiungete un pizzico di sale, l’aglio tritato e le erbe aromatiche. Potete aggiungere quello che preferite, ad esempio peperoncino o pepe nero. Spennellate la pancia del pesce con la marinata, sia internamente che esternamente, avvolgetelo in una pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Fate riscaldare per bene la griglia o la bistecchiera per qualche minuto, dopo aver spennellato il fondo. Una volta ben calda adagiateci il branzino e lasciatelo per 10 minuti a fiamma medio-alta. Poi con una ramina girate il pesce dall’altro lato, spennellatelo per renderlo saporito in maniera uniforme e lasciatelo cuocere per altri 10 minuti circa.

In questo modo il pesce resta succoso e morbido al punto giusto. Non eccedete nella cottura per evitare che si bruci.

Terminata la cottura servitelo intero ben caldo, oppure potete pulirlo eliminando la testa, la pelle e la lisca. Accompagnate il piatto con una fresca insalata di stagione o un contorno di patate e un buon bicchiere di vino bianco dai sapori fruttati, e se lo gradite un pinzimonio di olio, succo di limone, sale e pepe.

Un piccolo trucco e la conservazione

Per verificare la cottura del branzino vi basterà provare a staccare la pinna laterale. Quando va via facilmente vuol dire che il pesce è pronto per essere gustato.

Si consiglia di consumare il branzino alla griglia subito e non conservarlo per evitare che si secchi e perda il suo sapore. Non è adatto alla congelazione.

Se siete amanti della filosofia “in cucina non si butta via niente”, vi diamo un’ultima dritta: utilizzate la testa del branzino per preparare un ottimo brodo di pesce o una delicata bouillabaisse.